Attacchi di panico

Sono episodi di improvvisa ed intensa paura o di una rapida escalation dell’ansia normalmente presente.
Sono accompagnati da sintomi somatici e cognitivi. Ad esempio palpitazioni, sudorazione improvvisa, tremore, sensazione di soffocamento, dolore al petto, nausea,  vertigini, paura di morire o di impazzire, brividi o vampate di calore.
Chi ha provato gli attacchi di panico li descrive come un’esperienza terribile, spesso improvvisa ed inaspettata, almeno la prima volta. E’ ovvio che la paura di un nuovo attacco diventa immediatamente forte e dominante.
Il singolo episodio, quindi, sfocia facilmente in un vero e proprio disturbo di panico, più per “paura della paura” che altro.
Con la paura degli attacchi di panico diventa quindi difficile e ansiogeno uscire di casa da soli, viaggiare in treno, autobus o guidare l’auto, stare in mezzo alla folla o in coda, e cosi via.
L’evitamento di tutte le situazioni potenzialmente ansiogene diviene la modalità prevalente ed il paziente diviene schiavo del panico. Costringe spesso tutti i familiari ad adattarsi di conseguenza, a non lasciarlo mai solo e ad accompagnarlo ovunque. Ne consegue un senso di frustrazione che deriva dal fatto di essere “grande e grosso” ma dipendente dagli altri, che può condurre ad una depressione secondaria.
I colloqui psicologici aiutano il paziente in quanto si sentirà compreso e troverà spazio per raccontare l’esperienza di panico vissuta e di conoscerla a fondo attraverso il supporto di un punto di vista esterno. Andando in profondità attraverso i colloqui psicologici sarà possibile fare luce sul percorso di vita che sta affrontando la persona, capire se alcuni eventi o accaduti creano un senso di incapacità di gestione, di confusione decisionale, di paura di agire, di non chiarezza dei propri obiettivi.
In parallelo agiremo attraverso esercizi di respirazione profonda che aumentano la consapevolezza corporea e la percezione di essere padroni di noi stessi. Il metodo utilizzato è quello della respirazione Ujiai (respiro vittorioso) dell’Ashtanga Vinyasa Yoga, che rafforza il corpo attraverso un massaggio degli organi interni e il radicamento nel qui ed ora.