Persecuzione e stalking

Lo Stalking è un insieme di comportamenti di carattere ripetitivo e persecutorio. La caratteristica dello stalking è che ha carattere persecutorio, non è gradito dal ricevente o addirittura è fonte di violazione della privacy giungendo perfino a spaventare chi ne è destinatario suo malgrado.

Spesso lo stalker è una persona conosciuta con la quale si aveva una qualche forma di relazione; Sono state distinte due categorie di comportamenti attraverso cui si esprime lo stalking:
– Le comunicazioni intrusive che inviano messaggi sulle proprie emozioni, bisogni, impulsi, desideri
– I contatti attuati con comportamenti di pedinamento, di vigilanza dei movimenti della vittima così come confronti diretti con “visite” inaspettate sul luogo di lavoro, a casa, nei luoghi di svago con anche minacce ed aggressioni.
Lo stalking è una violenza psicologica a tutti gli effetti che può ingenerare stati di ansia e paura, può costringere a cambiare le abitudini personali (come cambiare residenza, sostituire numeri di telefono), può sfociare in violenze fisiche. La legge 38\2009 decreta la gravità del reato di stalking come reato contro la libertà morale della persona.

Come si interviene?

E’ necessario riconoscere il problema e raccontare a persone vicine il vissuto persecutorio. Consapevoli della molestia a cui si è sottoposti è necessario adottare una serie di regole comportamentali nella gestione degli attacchi; prima tra tutte non fornire rifiuti ambigui o risposte costanti. Saranno considerate delle armi dallo stalker per rafforzare ancora di più il suo sistema di messaggi e comportamenti vessatori. Fornire un NO secco una volta sola e non rispondere più per alcuna ragione. Se gli attacchi dovessero perdurare, contattare assolutamente i numeri dedicati alle vittime di stalking, polizia, carabinieri e forze dell’ordine per avere un supporto più solido a tutela assoluta della propria incolumità. Sarà utile ricevere un supporto psicologico per riacquisire il senso di fiducia per gli altri e per rafforzare l’interiorità della persona.